venerdì 4 maggio 2012

nominando Matthew Fox...

lo nomina Luciano da Boston nel commento al mio post sul fatto delle suore americane, ed è lui che mi ha fatto conoscere questi fatti, credo che sia il momento di parlarvi di questo libro suo appena uscito e che ho...divorato. Prima di tutto chi è Mathew Fox, è un teologo domenicano, o meglio lo era. Il suo libro bellissimo "In principio era la gioia" che nella versione originale ha un titolo migliore: "Original Blessing" e che in Italia è pubblicato, dall'editore Fazi e la cui collana "Campo dei Fiori" (avete presente la piazza dove fu bruciato il grande Giordano Bruno?) è diretta da Vito Mancuso (loro primo libro questo) dicevo il pensiero di Fox espresso in questo ponderoso libro, quando uscì in America attirò le ire di Ratzinger allora a capo del...Santo Ufizio...perchè? Perchè Fox documenta da grande teologo che il "peccato originale"è un'invenzione non supportata dalla Bibbia e tantomeno dal Vangelo (questo per ridurre all'osso il suo pensiero...leggete il libro!)
Fu richiesto ai domenicani di mettere Fox sotto indagine e tutti i teologi domenicani non videro nulla da ridire su quello che Fox sosteneva...ma tanto fece e tanto disse il Vaticano che, alla fine, i domenicani dovettero buttarlo fuori...e lui fu accolto dagli Anglicani.



Ovviamente se siamo "Originalmente benedetti" se la Gioia è il messaggio...tutta la costruzione di una Chiesa basata sul senso di colpa e sulla sola possibilità di redenzione attraverso il suo clero, i suoi dogmi, l'infallibilità del Papa va a gambe all'aria ma non Gesù, non il Suo messaggio che E' a tutti gli effetti un messaggio di gioia, bellezza, speranza e dove...(citatemi la pagina se ci riuscite) nel Vangelo non si fa il ben che minimo accenno alla colpa anzi, si condanna, e pesantemente, chi mette pesi sulle spalle degli altri...


Da allora Fox, prima messo a tacere e poi buttato fuori, non è più stato zitto e fa un mondo di cose. Il suo libro la cui copertina riporto qui, è un libro che fa star male per 2/3, veramente male perchè racconta di tutti i sopprusi: degli 850 fra preti e suore lasciate morire, massacrare, in Sud America senza muovere un dito, tipo Romero per intenderci, che andò a Roma a chiedere aiuto e non ottenne nulla e che, ammazzato dopo poco sull'altare, per il Sud America è santo ma non per Roma, ( e dire che secondo le sue leggi dovrebbe di diritto essere dichiarato martire) e mentre tutto ciò avveniva e, sono sicura avviene ancora, l'ufficialità del Vaticano benediva i dittatori...; Di personaggi come Leonardo Boff buttato fuori assieme a un numero infinito di teologi, vescovi, preti, suore che...stavano con gli ultimi...quelli della Teologia della Liberazione per capirci, quelli che mettevano in pratica, e continuano nonostante tutto, a incarnare il messaggio di Gesù; del rapporto con la CIA del Papa precedente; dello Jor; dell'Opus Dei, di Comunione e Liberazione; dei Legionari di Cristo....insomma, mentre lo si legge ci si sente accerchiati, arrabbiati, offesi, indignati, traditi, violentati e si ha voglia di smettere di leggere per non...addormentarsi (io leggo a letto) pieni di veleno, poi c'è la terza parte del libro...quella che chiamerei nel mio di gergo: "La Chiesa che vorrei" che allarga il cuore...è quella Chiesa di cui "prenderei la tessera" onorata di farne parte...in fondo la Chiesa che, nel mio mostrusamente piccolo, porto avanti standomene fuori "dalla muraglia." Oggi un amico frate, conosciuto da poco ma caro, mi ha chiesto: "Ma tu come ti definiresti?" E la voglia di dire quello che dicevo una volta mi è venuta (ovvero ai Cristiani che sono Buddista e ai Buddisti che sono Cristiana) perchè non amo le definizioni, ma poi gli ho risposto: "Cristiana non Cattolica" e ho aggiunto: "Se Cattolico vuole dire: gerarchia, centralità, controllo, potere, inquisizione, mancanza di libertà, ricchezza, banche e alta finanza, misoginia, giudizio senza misericordia, sette, rapporto con le mafie....(volete che continui?!) mentre la parola Cattolico vuole dire altro e sarebbe una bella parola...Luciano parla di piccoli fuochi, ne conosco anch'io, sono le avvisaglie di un Tempo Nuovo, di un Mondo Nuovo di cui le "crisi" di tutti i tipi sono i dolori del parto...la Chiesa di quanto riporto sotto e di cui "prenderei la tessera"...buona lettura!
Atti 2:42
Erano assidui nell'ascoltare l'insegnamento degli apostoli e nell'unione fraterna, nella frazione del pane e nelle preghiere. Un senso di timore era in tutti e prodigi e segni avvenivano per opera degli apostoli. Tutti coloro che erano diventati credenti stavano insieme e tenevano ogni cosa in comune;
chi aveva proprietà e sostanze le vendeva e ne faceva parte a tutti, secondo il bisogno di ciascuno. Ogni giorno tutti insieme frequentavano il tempio e spezzavano il pane a casa prendendo i pasti con letizia e semplicità di cuore, lodando Dio e godendo la simpatia di tutto il popolo.
Intanto il Signore ogni giorno aggiungeva alla comunità quelli che erano salvati.

2 commenti:

Italo Sgrò ha detto...

Lo "JOR"....!!Roba da matti, lo "JOR"!!!

Gianluigi Gugliermetto ha detto...

Ciao! I seminari che seguono il pensiero e la pedagogia di Fox sono anche in Italia, sotto la sua supervisione. Il prossimo e` basato sul suo ultimo libro: Compassione, Claudiana 2014.
www.spiritualitadelcreato.wordpress.com

GG